top of page

Intervista telefonica con Rap Monster dei BTS riguardo la vincita ai BBMAs, i loro sogni e obbiettiv

Aggiornamento: 4 set 2022

Billboard Awards BTS “Era come se stessimo sognando, come se fossimo in trance”

KHJ = Kim Hyunjung, giornalista

RM = Rap Monster


KHJ: Quando si parla dei Billboard Music Awards, si sa che è un mondo che rappresenta le classifiche musicali. Bisognerebbe anche sapere che in realtà non è facile entrare nella classifica di Billboard se non si tratta di pop inglese. Ieri però abbiamo ricevuto buone notizie dai Billboard Music Awards 2017. BTS, il gruppo del nostro paese con 7 membri, ha guadagnato il premio per la categoria “Top Social Artist”. È la prima volta che un gruppo K-pop vince un premio di Billboard, quindi il mondo intero è emozionato. Gli altri nominati erano Justin Bieber, Selena Gomez ed Ariana Grande. Si può capire che è un premio notevole solo guardando gli altri noti nominati. Nell’intervista di oggi di Hwajae, incontreremo i vincitori in questione. È passato tanto dall’ultima volta che abbiamo incontrato idol per un’intervista di Hwajae. Ci siamo collegati (via telefono) con il leader dei BTS, Rap Monster. Rap Monster, ciao. Congratulazioni.

KHJ: Ora siete a Las Vegas in America, giusto?

RM: Sì. Abbiamo un programma locale, quindi ci stiamo spostando via bus. Stiamo andando da Las Vegas a LA. Vi sarei grato se capiste che vi sto chiamando mentre siamo in strada.

KHJ: Sei anche educato. Sei in una situazione in cui c’è il bus che sferraglia, quindi anche noi ti siamo grati.

RM: È un onore.

KHJ: Onestamente, ve lo aspettavate un po’?

RM: Certo (ride). Me lo aspettavo tanto. Mi continuavo a ripetere di non aspettarmi nulla, ma non riuscivo a farne a meno. Ma se ci hanno chiamati e fatti venire fin qua, non intendevano forse darci il premio? Ma comunque, (mi sono detto) non aspettarti tanto; penso che fossi bloccato in questo tipo di dilemma.

KHJ: Quali erano i tuoi pensieri e sentimenti quando hanno detto il nome “BTS” e vi hanno chiamati sul palco?

RM: Abbiamo parlato anche di questo tra di noi, ma non avevamo il senso della realtà. Davvero, quando siamo saliti sul palco camminavamo come se fossimo in trance, ma le persone che erano davanti a noi… Persone come Drake e Dj Khaled erano seduti lì, quindi sembrava quasi che stessi sognando.

KHJ: Come se stessi sognando? In passato, quando passavate dei momenti difficili ad esercitarvi mentre eravate trainee, sognavate dei palchi come questo, vero?

RM: Sinceramente, non ho mai sognato di arrivare fino a questo punto. Quando eravamo ancora dei trainee e circa un anno prima del nostro debutto, andavamo a vedere i concerti dei nostri sunbaenims all’Olympic Gymnastic Arena, ci dicevamo “Non dovremmo stare su un palco del genere almeno una volta prima di ritirarci?” Onestamente, penso di non aver mai osato immaginare che avremmo ricevuto un premio di fronte a questa gente e ad una cerimonia come i Billboard Awards.

KHJ: Quindi quando guardavate i concerti all’Olympic Gymnastics Arena, pensavate “Non dovremmo tenere un concerto all’Olympic Gymnastics Arena almeno una volta prima di morire?” Era questo il vostro sogno?

RM: Hai praticamente detto quello che ho detto io (prima). Seriamente.

KHJ: Quei trainee hanno avuto modo di salire sul palco dei loro sogni ai Billboard e ora hanno il qualificativo “il primo gruppo K-pop (a vincere i BBMAs)” attaccato al loro nome.

RM: È un onore.

KHJ: Quale pensi sia l’elemento che attrae la popolarità anche dai fan stranieri? Quale pensi sia la chiave?

RM: Anche la stampa locale ci fa questa domanda, quindi ho la risposta, ci ho pensato molto. Ho anche chiesto agli altri. Penso che il K-pop sia come una serie di regali. Come dei pacchi regalo. Musica, coreografia, video musicali e la comunicazione sui Social Network come abbiamo sempre fatto. Penso che sia per questa combinazione di cose, quindi se ti innamori per una cosa, per esempio se vieni per ascoltare musica, vedrai il video musicale e penserai “la coreografia è figa”. Allora inizierai a guardare le performance e finirai a guardare e cercare nostri video divertenti su YouTube. Allora andrai sui nostri Social Network e penserai “Quindi sono queste le cose a cui pensano”. Penso di poter dire che ci siamo resi facilmente accessibili. Penso sia tutto strutturato in modo che sia semplice diventare nostri fan. E più di tutto, abbiamo sempre parlato di storie della generazione giovane nelle nostre canzoni e nei nostri testi, e penso che le emozioni dei più giovani da altre parti del mondo siano simili a quelli della Corea. Sotto questo aspetto, penso sia più facile per le persone pensare “anche questa gente in Corea la pensa così”, così guadagnando il loro supporto.

KHJ: Questo viene percepito anche quando cantate in Coreano? Anche nei testi?

RM: Ultimamente Internet e tante altre cose si sono sviluppati molto, quindi anche quando scriviamo un tweet ci sono tantissime persone che lo traducono immediatamente, non solo in Inglese, ma anche altre lingue come Rumeno o Portoghese.

KHJ: Traducono? Quindi vengono aggiunti dei sottotitoli. In tutte le lingue del mondo.

RM: Esatto. Molti dei nostri contenuti hanno sottotitoli, quindi alcune volte questo rende più facile sapere cosa diciamo o cosa scriviamo nei nostri testi. Ci piacciono molto i benefici dei media.

KHJ: Un pacco regalo fatto di tutte queste cose. In un certo senso, si può pensare ai BTS come al tocco finale di quel set di regali e del 2017.

RM: Grazie di averlo detto.

KHJ: Ma Rap Monster, come fai ad essere un oratore così bravo?

RM: Grazie. Rappresento il team e ho tante opportunità di parlare, quindi mi sento di dover parlare meglio per incrementare la dignità del gruppo (ride). Mi metto diverse cose in testa e ci penso spesso.

KHJ: Hai anche fatto le interviste in Inglese perfettamente. Penso che quel pacco di regali di cui parlavi prima sia giusto per molte ragioni. Penso che i nostri idol siano alquanto fantastici, e iniziando dall’Olympic Gymnastics Arena, ora avete vinto un premio di Billboard. Qual è il vostro prossimo obbiettivo?

RM: Il nostro prossimo obbiettivo è quello di fare un tour mondiale negli stadi. Quando parlo di stadi, parlo di luoghi con una capacità di minimo 30.000-40.000 persone fino a 50.000. Penso che il nostro prossimo obbiettivo sia fare un tour mondiale negli stadi.

KHJ: In altre parole, noi persone di mezza età possiamo capire, un tour dove persone come Michael Jackson si sono esibiti per 30.000-40.000 persone?

RM: Sì, vogliamo diventare così.


RM: Ora sono conosciuti come Highlight. Noi andammo a vedere i Beast, poi gli Highlight in concerto all’Olympic Gymnastics Arena nel 2012 perché ci fu l’occasione. Li guardammo seduti in dei posti lontano.

KHJ: Avevate dei posti lontano? (Ride)

RM: Erano così fighi che ci siamo detti “Diventiamo anche noi come quei sunbaenims, non importa come”. Anche ora, qualche volta ne parliamo tra di noi. Ne parliamo ancora (ride).

KHJ: Dovresti essere ancora più contento perché ora siete arrivati (in cima) dopo tutto quel duro lavoro. Sarete esausti perché avete sempre una schedule così piena. Quando tornerete alla vostra città natale, qual è la prima cosa che volete fare?

RM: A me piace andare al parco e guardare la natura. Qualche volta vado a Gyeongbokgung e riempio un po’ il mio vuoto di emozioni. In Corea hanno aperto “Seoullo 7017” (è un progetto dove una delle strade elevate di Seoul viene trasformata in un percorso pedonale).

KHJ: Sì, seoullo. Sei al passo con gli eventi attuali? Come facevi a sapere che hanno aperto “seoullo 7017”? Nonostante viaggi molto all’estero.

RM: Viaggiamo molto con l’aereo e ci danno sempre dei giornali. Li sto leggendo.

KHJ: Sembra che bisogna essere così per essere un idol a livello globale (ride). Rap Monster, ancora una volta, congratulazioni. Spero che riuscirai a tornare presto alla tua città natale per fare passeggiate curative nei parchi e a seoullo 7017. Continuerò a fare il tifo per voi sperando che continuerete con queste belle attività e che riuscirete a fare con successo un tour mondiale negli stadi. Grazie.

RM: Sì. Grazie dell’intervista.



Fonte: Naver

Trans cr. ctribeat Traduzione Italiana a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia | @btsitalia_twt PER FAVORE PRENDERE CON TUTTI I CREDITI.

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page