top of page

Jimin in piena fioritura

Aggiornamento: 21 mar 2023

Jimin dei BTS racconta storie esclusivamente con i suoi movimenti sul palco - agili e leggeri ma audaci e maestosi, a volte. Ora si appollaia davanti alla telecamera. Jimin, che non trasuda altro che il suo fascino inconfondibile, è in piena fioritura per W Korea.

Uno studio fuori Seoul, grande abbastanza da accogliere tre auto classiche delicatamente avvolte in fiori, un considerevole materasso primaverile, attrezzature per registrare, scaffali di vestiti che hanno decine di (pezzi) della collezione estiva 2023 di Dior- meticolosamente aggiustati per Jimin dei BTS, che è stato recentemente nominato come il nuovo “global Ambassador” di Dior. Silenzioso e leggero sui suoi piedi, Jimin si introduce nel set. Nella collezione estiva 2023 maschile di Dior, il direttore artistico Kim Jones realizza una collezione pratica combinando il formale con l’informale e lo stile con la funzionalità. Per celebrare il settantacinquesimo anniversario della casa, l’anima creativa ha fatto un tributo all’identità e l’eredità della casa di Dior e ha rappresentato giardini leggendari sul set. Da un lato è cosparso da una costellazione di fiori colorati. Si attende l’arrivo di un numero abbastanza alto di membri dello staff di produzione per lo shooting della copertina, più di quanto ci si immagini. Fortunatamente, è improbabile che fiori belli vengano sprecati se ognuno ne porta qualcuno a casa come ricordo. Jimin inizia a balzare in aria su un materasso coperto di fiori, saltando e cadendo al contrario tantissime volte; ogni movimento che fa ricorda le sue aggraziate esibizioni sul palco; Jimin, che ha studiato danza ad una scuola superiore d’arte non salta solamente. Al contrario, sale e sembra che fluttui per un istante. La fotocamera cattura i secondi effimeri del suo volo. Jimin forma un’ombra gigante su un grande sfondo.


A maggio 2022, i BTS hanno rilasciato “Proof”, l’album antologia; una compilation di tre CD che include i loro momenti chiave di questi nove anni di traguardi. Il testo del singolo principale “Yet to Come (Il momento più bello)” si mostra per un attimo nella mia mente.


“Da qualche parte nel profondo del tuo cuore / Lì vive ancora un bambino / Il mio momento deve ancora arrivare.”


Senza alcun dubbio, il verso “il mio momento deve ancora arrivare” serve come un’ode alla loro promessa per un futuro speranzoso dato che i sette, l’anno scorso, hanno deciso di iniziare un nuovo capitolo. Negli ultimi anni, l’alta popolarità dei BTS ha accelerato alla massima velocità in tutto il globo. Grazie alla solidarietà del fandom, il gruppo, ad un velocità spaventosa, è cresciuto su scala globale. Dato che la loro influenza abbraccia il mondo, un mappamondo o una mappa mondiale era l’unico utensile che mi aiutasse a comprendere la distanza che avevano raggiunto. Al momento, i membri hanno individualmente iniziato un nuovo capitolo delle loro carriere. j-hope e RM rispettivamente hanno iniziato con i loro album da solisti a Luglio e Dicembre 2022, e Jin ha rilasciato il suo primo singolo da solista a Ottobre. Chi è il prossimo? Alcune discussioni sono state fatte sull’album da solista di Jimin, però sono ottimista sul fatto che ci vorrà poco tempo. L’influenza e il potere di Jimin come artista solista sono evidenti; la reazione enorme (che era scontata ma sempre sorprendente) alle sei differenti versioni delle copertine sulla pagina Instagram di W Korea è stata decisamente un esempio. La sua traccia “Filter” fu rilasciata a Febbraio 2020 sul quarto album dei BTS e ha raggiunto oltre 340 milioni di riproduzioni su Spotify a Gennaio 2022. La discografia di Jimin da solista include anche le canzoni “Promise” rilasciata su Soundcloud 4 anni fa, “Friends” prodotta da Jimin ed eseguita con V. Jimin, l’espressionista, ha vinto i cuori dei fan con performance incantevoli di “Serendipity” e “Lie”. In particolare, i dedicati fan di Jimin commemorano gli anniversari delle sue canzoni in vari modi significativi.


Sul set, Jimin esce con un altro look, irradiando un’aura differente rispetto ad un momento fa. Luci calde illuminano la figura dell’”It Boy” nel suo cappotto Dior. Appoggiandosi ad una sedia floreale con le gambe incrociate, la star del K-Pop in qualche modo ricorda uno dei dipinti di Amedeo Modigliani. Adesso, dopo aver assunto il controllo sui selfie, l’artista affascinante, si trasforma nientemeno che in un ragazzo malizioso. Pochi ricordano che i BTS furono presentati a dicembre 2014 nel magazine di W Korea come una boy band esordiente. Sette ragazzi ambiziosi che parlavano seriamente dei loro sogni- per i loro concerti, vincere il premio Best New Artist e il loro primo premio sui programmi musicali in TV. Dal mio ufficio, ho preso il giornale del 2014 e l’ho affiancato alle foto che stavano per essere stampate; paragonando l’evoluzione significativa che il gruppo ha fatto, il mio cuore non poteva fare altro che palpitare. Jimin sicuramente non avrà dimenticato il suo primo incontro con W Korea. Ha iniziato educatamente l’intervista con la parola “reincontro”. Questa intervista è stata realizzata per e-mail; invece di una conversazioni in un set affollato, una considerazione attenta per Jimin, che di recente ha un’inclinazione per la scrittura.


Alcune delle sue risposte sono ancora nella mia testa. La più memorabile, e quella che mi fa sorridere di più è quella alla mia domanda, “chi è lui veramente quando si toglie il packaging di superstar globale dei BTS”, “Un amico maldestro in tuta che adora bere soju con i suoi amici a Pojangmacha (lo street food).” Chiamando se stesso “amico” in un modo gentile e in maniera premurosa, Jimin tocca il cuore dei lettori.

<W Korea>: sono grato di averti come artista di copertina, finalmente! E congratulazioni per essere diventato un nuovo ambasciatore globale per Dior. Posso pensare che ti vedremo subito nella capitale della moda. Jimin: in primo luogo sono lieto e grato di poter essere di nuovo con <W Korea> dopo così tanto. Sono sinceramente riconoscente di essere l’ambasciatore di un brand globale come Dior ed entusiasta di questa collaborazione. Spero di poter utilizzare questa opportunità per poter studiare la moda e per contribuire con il brand. Non sono mai stato alla settimana della moda, quindi sono preoccupato nel caso lì dovessi essere un po’ nervoso. Ricordi eventuali reazioni da parte dei tuoi genitori quando hai detto di essere diventato l’ambasciatore globale come anche l’anno scorso quando sei andato a visitare la Casa Bianca? Loro tirano fuori sempre il loro sorriso più smagliante e mi dicono che sono fieri di me. Opportunità incredibili come questa mi fanno sentire orgoglioso di essere un membro dei BTS. La data della pubblicazione del tuo album da solista è ancora un mistero, però sono sicuro che ci stai lavorando su in questi giorni. Quindi, come sei stato ultimamente? Dobbiamo essere un po’ preoccupati, o spensierati anche se il tuo programma è abbastanza pieno? Non ci sono quasi cambiamenti, non che io non lo trovi difficile. Ma sto preparando molte cose, quindi passo molto tempo nella direzione e nei piani per questo lavoro. Posso immaginare che tu possa dire che la mia mente è più occupata del mio corpo in questi giorni (ride). Nella prima metà del 2022, tu insieme ad Ha Sung Woon avete rilasciato l’OST “With You” del drama “Our Blues”. Abbiamo anche l’album antologico Proof, che completa un capitolo dei BTS. Siamo impazienti di sentire come hai passato il periodo di pausa dopo il rilascio. Hai avuto la possibilità di sistemare i tuoi pensieri o hai scoperto qualcosa dove puoi finalmente capire e riflettere su te stesso? Credo che sia la prima volta in cui tu hai davvero avuto una pausa e hai potuto guardarti intorno. Ho cercato di focalizzarmi su “cosa sento ora”. Ho scritto tutto ciò che sentivo in ogni momento, per la precisione quando era possibile, perché avevo paura che i sentimenti svanissero se non li avessi registrati. Ho sentito come se dovessi trattenere quei momenti. Infatti, io ed i BTS siamo andati avanti attraverso diversi cambiamenti nei pochi anni passati. Ho pensato che mettendo giù i miei sentimenti e idee mi avrebbe aiutato a superare qualche ostacolo nel momento in cui la volta dopo avrei incontrato delle difficoltà simili. In poche parole, è stato un momento di riflessione sui miei sentimenti e specialmente su cosa mi rendesse felice o consumato nel passato.


Dove trovi la felicità? Voglio dire, puoi dire qualunque cosa. Però so che gli ARMY sarebbero la prima cosa a cui penserai. ARMY sarebbe una risposta ovvia, ma sono loro a rendermi l’uomo più felice del pianeta (ride). Siamo stati insieme nel bene nel male, nelle gioie e nei dolori. Passare del tempo con i miei amici sarebbe più di una piccola gioia nella mia vita ed è anche il mio unico hobby e passatempo.


Hai collaborato con Taeyang dei BigBang e avete rilasciato “VIBE” il 13 gennaio, prima che W Korea> Vol. 2 fosse rilasciato. Voi ragazzi avete un fascino e stili di esecuzioni diversi, ma alla fine avete trovato un terreno comune. Prima di tutto, entrambi siete conosciuti come membri di gruppi veterani, che sanno cantare e ballare. Gli ascoltatori trovano sia la voce nostalgica che acuta e solida nelle note alte. Taeyang è un idolo per me. Puoi dire che lavorare con lui è uno degli obiettivi che ho aspettato con ansia. Fin da quando sono bambino, ho seguito la sua carriera ed ho imparato tanto da lui. Quindi, quando ha parlato di collaborazioni, era troppo bello per essere vero. Lavorare al suo fianco mi ha fatto realizzare che è una persona ancora più grande di quanto pensassi. Mi sono sorpreso anche dalla cura che poneva anche nei più piccoli dettagli durante il processo di lavoro. Lavorare con lui mi ha fatto realizzare che voglio diventare un artista che sia un magnifico cantante come anche un performer. Guardando l'intervista su Weverse Magazine quando Proof è stato rilasciato, hai detto che volevi passare un po’di tempo lavorando insieme a dei produttori e provando continuamente nuove cose. Come continui a lavorare con la musica, senti che le tue idee si stanno realizzando o stanno diventando solo più complicate? Ho lavorato con dei produttori, chiesto le loro opinioni ed è stato veramente divertente. Più ci lavoravo, più era divertente. Ora capisco perché i ragazzi mi hanno detto di scrivere canzoni. Tuttavia, creare un pezzo basato sulle emozioni del passato era un'altra questione. Quello non è stato tanto facile e divertente (ride). Hai trovato una risposta alla domanda - “Cosa voglio di più?”, che sarà poi il punto di partenza della tua avventura da solista? Ho paura di non aver trovato una risposta chiara. Non penso che ci sia risposta migliore di “voglio fare quello che faccio ora, al meglio e per molto tempo”. Ecco perché sto guardando indietro e riflettendo su cosa ho provato nel passato. Quando descrivi la tua esibizione ideale, hai detto che desideri che vuoi mostrare ogni singolo aspetto di te stesso nella versione migliore. La più selvaggia, la più sexy e la più dolce insieme alla musica ed all’esibizione. Essere la parte migliore di te ed essere un perfezionista suonano simili, ma sono differenti. Potremmo ottenere la versione migliore di noi se superiamo il limite, fisicamente e mentalmente e dare letteralmente tutto? Può sembrare duro, ma credo che ciò che sia importante qui è il risultato. Il risultato che ottieni dall’aver dato tutto ed i sentimenti che ottieni da questi risultati sono ad un livello davvero differente. Per ottenere il risultato migliore possibile, hai bisogno di focalizzarti davvero su una sola cosa e metterci tanto impegno. Avere il ruolo di manager del progetto per l’album speciale BE o lavorare sulla tua canzone deve essere stata un’esperienza significativa prima del tuo album da solista. La prima canzone che hai composto per intero da solo è stata “Promise”, rilasciata su SoundCloud. Quando l’estate passata ho intervistato J-Hope, ha detto che ascoltare i mixtape passati prima di lavorare sul suo album da solista l’ha aiutato ad organizzare i suoi pensieri. Tu cosa hai fatto? Se devo essere onesto, ho trovato più difficile iniziare i progetti (ride). Ho imparato quanto può essere piacevole e divertente, ma non è facile scrivere testi che possano raggiungere la mente di tutti. Cioè, ora io ho un nuovo e più grande rispetto nei confronti dei membri per questo. Penso di essere stato catturato allo stesso tempo dalle idee di “Voglio fare questo” e “Posso farlo?”.


Un numero davvero notevole di persone descrive le tue esibizioni come eccezionalmente belle. Tutti vogliono sapere di "Jimin Begins". Quando il giovane Jimin incontra la danza. Il primo incontro in cui è scoppiata la scintilla. Ricordo vividamente il mio primo incontro con la danza. Frequentavo le scuole medie, stavo parlando con i miei amici davanti alla classe quando ho notato la newsletter settimanale che elencava le attività del doposcuola. La break dance era proprio su quell'elenco. Io e i miei amici ci siamo iscritti perché pensavamo che ci avrebbe reso popolari (ride). Com'era Park Jimin a quell'età? Dimmi tutto quello che ti viene in mente quando pensi al tuo vecchio quartiere. Voglio cercare di immaginarti in quell'ambiente. Ricordo con chiarezza il mio vecchio quartiere e la zona intorno alla scuola. Il mio ricordo preferito è quello di quando andavo a casa dei miei amici dopo le lezioni. Un giorno andavamo in una casa, quello dopo in un'altra. Ci preparavamo il ramen istantaneo da soli e poi uscivamo a scorrazzare. Penso a quanto sarebbe bello tornare a quei giorni. Uno dei musicisti coreani una volta ha detto di aver capito quanto la musica possa sconvolgere una persona dopo aver comprato una cassetta di Michael Jackson quando era uno studente delle elementari. Jackson e le sue canzoni hanno davvero aperto un nuovo mondo a un bambino che conosceva solo canzoni per bambini e inni. C'è qualche artista che ti ha suscitato emozioni simili? Devo dire che anche per me Michael Jackson ha suscitato emozioni del genere. Avrei voluto vederlo quando era ancora vivo. Mi hanno stupito anche Chris Brown e Usher, e le esibizioni dei BIGBANG e di altri artisti K-Pop.

A questo proposito, dobbiamo parlare dei concerti dei BTS! La folla enorme che sembra un cielo stellato, gli applausi fragorosi, le luci colorate, le performance incredibili e le sensazioni catartiche... Com'è tornare in una casa tranquilla e silenziosa dopo un'esibizione così intensa? Cosa ti viene in mente prima di andare a dormire? Sento costantemente il tifo e gli applausi dal momento in cui scendo dal palco fino a quando torno in albergo e mi addormento la sera stessa: risuonano nelle mie orecchie. A volte sento questo brivido unico anche dopo l'esibizione. Non si tratta di una sola emozione, come un vuoto o un sentimento specifico, ma di molteplici emozioni che si riversano in me in un colpo solo. Vengo sopraffatto da emozioni indescrivibili, ma tutto passa quando mi sdraio sul letto. In realtà, mi rimangono solo sensazioni positive, per questo mi manca molto il palcoscenico. Vorrei davvero essere sul palco con i membri ad un concerto. Sei mai stato mosso alle lacrime in qualche momento della tua carriera, sia quando eri un trainee che dopo il tuo debutto? Se potessi dire qualcosa al Jimin del passato, cosa diresti? Oh, ho pianto molte volte, dicendo che ero esausto, stanco e non sapevo cosa fare. Ma allora non avevo nulla da dire a me stesso. Sono arrivato qui perché ho affrontato tutti quei momenti (ride). Quale pensi sia la tua migliore qualità? Quando ho fatto la stessa domanda a j-Hope, mi ha risposto che sa essere avvolgente. Curiosità? Sono sempre stato pieno di curiosità fin da bambino. Se non riuscivo a capire qualcosa o se volevo saperne di più, dovevo cercare delle risposte alle mie domande. Ma questo non significa che io sia una persona così diligente (ride). Credo che mi interessassero solo le cose inutili. Hai qualche parola gentile che ti è rimasta impressa? A volte le parole che non erano destinate a consolarci, in realtà ci riscaldano. Ci sono tanti momenti che mi vengono in mente. I miei fan mi dicono ogni giorno parole più belle che non credo di meritare. C'è il mio manager che si è detto dispiaciuto di non aver potuto condividere tutto il dolore che ho provato e mi ha abbracciato quando stavo attraversando un momento difficile. Il personale che ha versato lacrime con me, gli amici e la famiglia che sono venuti e hanno passato del tempo con me per giorni senza dire nulla. Sai, ricordo tutto questo. C'è un momento in cui sento più forza e un senso di colpa: quando i membri mi dicono "andrà tutto bene".

Una cosa per cui vorresti lodarti nel 2022? Una volta sono andato a parlare con i membri, dicendo loro che era da un po' che mi sentivo disorientato. Sono stati comprensivi, offrendomi tante parole di conforto e consigli, e mi hanno trasmesso la forza di lavorare all'album da solista. Quindi, voglio cogliere questa opportunità per essere orgoglioso di me stesso per essere andato dai membri quando mi sono sentito perso per la prima volta (ride). Cosa ti ha fatto sentire perso? Eri convinto di ricevere più amore di quanto meritassi? Eri combattuto su come procedere dopo che la band aveva raggiunto un successo così grande? O era la frustrazione per l'assenza di performance durante la pandemia? Credo che tutti e tre i fattori siano stati responsabili. Le persone non sanno perché sono perse quando sono perse. Possiamo dire di essere stati disorientati dopo qualche tempo, ma in quel momento non possiamo dare una risposta chiara alla domanda. Insomma, credo che volessi solo evitare la situazione in cui mi trovavo. Una preoccupazione segue l'altra e io cercavo di evitarle e trascurarle, piuttosto che affrontarle. Di che cosa pensi di avere più bisogno in questo momento? Di tempo. Ho bisogno di più tempo per finire bene i miei vent'anni, per prepararmi ai trenta e per orientarmi nella direzione successiva. Inoltre, vorrei un po' di tempo per completare il mio album e divertirmi con i miei amici. Vorrei davvero avere più tempo a disposizione. Per un momento prova a immaginare il tuo futuro. Come ti vedi, o come vorresti diventare in futuro? Voglio essere una persona che prende le cose con calma. Se vuoi essere composto nel tuo lavoro, come ad esempio nella musica e nelle performance, devi essere bravo. Se vuoi essere sereno, la tua mente deve essere forte, e questo significa che l'ambiente che ti circonda deve essere solido. Voglio essere una persona che mantiene fede a tutte queste parole.

Se togli il packaging della superstar globale BTS, il marketing e il luccichio dell'industria dell'intrattenimento, chi sei in fondo? Un amico imbranato con i pantaloni della tuta addosso, che ama bere soju con gli amici ai Pojangmacha (carretti per lo street food).



 

Articolo di W Korea

Traduzione italiana a cura di BTS Italia. Prendere solo con crediti.

335 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page