top of page

SBS ESCLUSIVA: Chiacchierata con il team dietro il fantastico videogioco dei BTS

Aggiornamento: 4 set 2022

“Al momento dell’uscita di Wings, ci siamo resi conto che la musica dei BTS ispirava il nostro lavoro.”

Il mese scorso c’è stato il rilascio da parte dello sviluppatore di giochi indie Aeon Dream Studios dello splendido “To The Edge of the Sky”, un non ufficiale, fan-made romanzo visivo demo sui BTS, ambientato nel futuro e nel quale i membri del gruppo interpretano degli agenti speciali, incredibilmente ben ricevuto dagli Army in tutto il mondo.

Inutile dire che le ultime settimane sono state abbastanza grandi per Aeon Dream Studios – ma siamo riusciti a “spremere” in una chat il direttore del team creativo, Ajané Celestin, il loro scrittore creativo capo, Eglė Dilytė, e il loro artista capo, Chieu Nguyen, circa il loro gioco sui BTS e come tutto è partito.


Parlateci un po’ della Aeon Dream Studios e del vostro team!

Ajané: Ciao, io sono Ajané Celestin. Ho molti titoli, tra cui amministratore delegato, direttore creativo, sceneggiatore capo ed editore. Conduco la società e ne gestisco i progetti, dirigendo ogni loro aspetto. Prima di tutto questo, nasco però come scrittore. Aeon Dream Studios è una piccola, ma molto ambiziosa azienda inglese che si occupa di romanzi ‘visivi’, davvero internazionale, che consiste di tre donne al suo nucleo creativo e un paio di imprenditori che usiamo regolarmente per tutto il resto.

Eglė: Ciao! Sono Eglė Dilytė. Come Ajané, ho un bel po’ di titoli e posizioni, ma principalmente sono lo scrittore creativo capo piombo, sceneggiatore capo, assistente coordinatore di produzione, coordinatore dei social media e assistente personale del CEO. Sono la persona responsabile di tutto il world building (ovvero il processo di creazione dei mondi immaginari dei videogiochi) e lavoro con Ajané sulle trame, prima che lei le sviluppi.

Chieu: Ciao, io sono Chieu Nguyen. Sono il artista capo e direttore artistico presso la Aeon Dream Studios. Sono incaricato di sovrintendere tutti gli aspetti visivi dei nostri giochi. I miei compiti principali sono la creazione di personaggi (sprite e illustrazioni), interfaccia utente, sfondo, effetti speciali e grafica di promozione. Fornisco inoltre istruzioni ed idee ai nostri artisti di contratto, per essere sicuro che quello su cui stanno lavorando sia coerente con la nostra visione.

Ajané: È stata Eglė che, all’inizio del 2016, mi ha tirato dentro questa cosa. Aveva visto il testo di “Dope” ed è venuta da me fondamentalmente dicendo “Guarda! Guarda! Possiamo collegarci a questo!”. E così ho dovuto darci un’occhiata ed ero assolutamente d’accordo. Quando è uscito “Wings”, abbiamo notato che che la loro musica stava ispirando il nostro lavoro.

In maniera abbastanza strana, mi era venuta in mente un’idea per un poster promozionale per la demo del gioco, con un canyon – e quando è uscito il video di “Not Today”, abbiamo visto all’interno di esso un canyon molto simile. Si tratta di una sciocchezza, ma nella mia mente ho pensato fosse una sorta di segno ad andare avanti e prenderci del tempo per creare la demo. Abbiamo creato la demo dall’inizio alla fine in sole due settimane, lavorando tra un pisolino e l’altro, solo per assicurarci di poterla promuovere ai concerti di Newark, NJ e Chicago. Abbiamo distribuito circa un migliaio di carte d’arte promozionale ai fan ARMY per far conoscere e avviare la demo!

Eglė: I testi dei BTS ci parlano sempre, in un modo o nell’altro. In qualche modo c’è sempre un momento della nostra vita che potrebbe essere collegato ad una loro canzone. Il rilascio dei brevi concept video (dedicati ad ognuno dei 7 membri) ha davvero stimolato la nostra curiosità. Era qualcosa che non avevamo mai visto fare ad altri artisti e il fatto che ci fossero diverse somiglianze con i nostri progetti, ci ha fatto riflettere. L’idea del romanzo visivo ci è venuta solo quando un nostro amico ce l’ha suggerita dal nulla, mentre parlavamo delle analogie tra i nostri lavori e i loro e di quello che avremmo potuto fare con i temi da loro trattati, e così via.

Chieu: Mi piace molto la musica dei BTS per i loro testi, nei quali ci si può immedesimare o riconoscere. Essi affrontano molti temi che sono di rilievo tra i giovani di oggi, e continuamente danno al loro pubblico speranza ed incoraggiamento attraverso le loro canzoni. Ho sentito molte storie su come la musica dei BTS abbia cambiato la vita delle persone per il meglio. Pertanto, voglio che più gente li conosca e ho pensato che un gioco basato su di loro avrebbe contribuito ad attrarre una più ampia gamma di pubblico: quello proveniente dalla comunità dei romanzi visivi.

Qual è stata la risposta finora?

Ajané: E’ stato incredibile, meglio di quanto ci aspettassimo. ARMY è un molto grande e molto appassionato fandom, e eravamo molto nervosi all’idea di entrare in quel campo. Dalla risposta che abbiamo ricevuto dai social media e dalle persone, sembra che questo fandom sia anch’esso estremamente interessato all’idea. Abbiamo anche avuto molte offerte per traduzioni dai fan. Quando stavamo dando le nostre carte promozionali prima dei concerti degli Stati Uniti, potevi sentire di tanto in tanto qualche ARMY urlare e dire che era da tanto che aspettavano qualcosa di simile. E’ stata un’esperienza surreale, ma molto bella.

Eglė: In quanto persons che “guarda” principalmente attraverso i social media, posso dire che è stata assolutamente positiva. Non eravamo molto sicuri di cosa aspettarci quando abbiamo rilasciato la demo, non ci avevamo davvero pensato su, cercavamo semplicemente di dare il nostro meglio e di darlo al mondo. Non abbiamo davvero osato sperare per qualsiasi cosa, credo. Ma le risposte che abbiamo ottenuto sono qualcosa che va oltre qualsiasi cosa avremmo potuto sognare.

Chieu: E’ stata molto positiva finora. Sembra che molti Army siano disposti ad aiutarci a rendere vivo il progetto, ed è una sensazione surreale quella di passare scorrere gli hashtag e vedere quanto la gente sia entusiasta della nostra demo. Sono davvero contento che tutti loro se la stiano godendo, e sono estremamente grato per il loro sostegno.

Ajané: Si. Al momento stiamo lavorando per sviluppare la versione Android e iOS per la prima parte della demo, e le Army di tutto il mondo si sono proposte di aiutarci per una traduzione. Abbiamo dei piccoli team che attualmente lavorano sulla demo, per i quali siamo estremamente grati. Al momento abbiamo offerte per quattordici lingue, Coreano incluso. A parte questo, abbiamo anche la seconda parte in programma, che mostrerà di più dell’organizzazione alla quale i membri appartengono.

Eglé: Abbiamo intenzione di rilasciare la parte 2 della demo. Per quanto riguarda il progetto completo? Beh, è difficile da dire con certezza. Ma non siamo mai a corto di idee, quindi se pensiamo di voler aggiungere successivamente qualcosa allora storia, allora ovviamente lo faremo.



Traduzione a cura di Bangtan Sonyeondan – BTS Italia (@btsitalia_twt)

Fonte: SBS

33 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page