top of page

Intervista Weverse ‘Proof’ - Jung Kook

Aggiornamento: 7 gen 2023

Jung Kook: “Voglio dare prova di me stesso attraverso la mia musica”

Jung Kook è cresciuto come un componente dei BTS. Questa è la Prova dei BTS.


Per Proof, hai cantato le introduzioni di "Yet To Come", "Run BTS" e "For Youth". Hai dovuto fare qualcosa di speciale durante la registrazione di ciascuna canzone?

Per lo più semplicemente ascolto l'atmosfera di una canzone e poi la canto, non c'è un modo preciso per definire quello che faccio. Ma per sintetizzare, direi che ho cantato "For Youth" in un modo molto malinconico, "Run BTS" nel nostro vecchio stile e "Yet To Come" con un sentimento simile a quello di "Life Goes On". Continuavo a pensare di voler provare a registrarla di nuovo. Penso che avrei potuto fare di meglio, solo che le cose sono state un po' frenetiche quando abbiamo registrato.


Passi molto tempo su V LIVE a parlare del tuo approccio al canto. I tuoi pensieri sulla voce si sono riflessi nel modo in cui hai registrato la tua?

Ho scoperto qualcosa di nuovo dopo aver finito di registrarle: mentre si registra, l'emotività è più importante della tecnica vocale. Presto più attenzione a ciò che fa suonare bene la mia voce quando viene ascoltata dal vivo rispetto a quando viene registrata, quindi la versione dal vivo e la versione in studio sono leggermente diverse.


La tua voce sembra un po' più corposa rispetto a quando hai cantato in inglese per "Dynamite", "Butter" e "Permission to Dance". Ad esempio, in "Yet To Come" risulta appassionata fin dall'inizio. Perché il cambiamento?

Una volta mi concentravo sulla perfetta riuscita delle registrazioni delle versioni in studio, ma ultimamente sto cercando di migliorare il suono della mia voce senza troppi abbellimenti, anche solo usando l il range della mia voce parlata. Penso che stessi cercando di trasmettere più sincerità.


Le cover di "Chilly, Windy Night in 1991" e "Hate Everything" che hai pubblicato su Instagram sembravano qualcosa di completamente nuovo. La tua voce suonava come quella parlata, quindi ho pensato che forse ti sei interessato di più a quello stile vocale.

Ho sentito di volere che il mio canto e la mia voce suonassero meglio. Quando si tratta di tecnica vocale, ho sempre abbellito la mia voce, quindi ho pensato che sarebbe stato bello poter cantare bene anche con una voce più naturale. Voglio che le persone trovino la mia voce buona anche quando canto in un modo che simula un discorso parlato, quindi in questi giorni mi sto esercitando principalmente a cantare con la mia voce parlata. Voglio dire, mi sto esercitando a usare la mia voce così com'è.


Ti piace cantare con la tua voce naturale?

Ad essere onesti, molto spesso non mi piace. Quando riascolto le vecchie esibizioni, penso addirittura di aver cantato un po' sopra le righe o di aver cercato di rendere la mia voce estremamente pulita, ma dopo aver provato a cantare per un pò solo con la mia voce naturale, inizio a non riconoscermi più in quello stile. So che posso anche fare un suono più carino, ma ora sto cercando di cantare in quel modo.


Hai cantato "Stay Alive" con un tono più alla tua voce naturale, con alcune parti che suonavano innegabilmente come quelle di SUGA, e ti sei anche messo alla prova cantando alcune parti con un tono più alto.

Non è stato Yoongi a chiedermi di farlo in un modo o nell'altro. Siamo stati davvero felici che la registrazione sia uscita bene come è successo (ride) ma è stato difficile, a dire il vero. Registrare quella canzone è stato davvero difficile. Lo è stato perché non era perfetto e perché io ancora non riuscivo a farla nonostante l'avessi provata così tante volte. Un po' me ne sono incolpato. La canzone è stata una buona scelta e la registrazione è andata bene, ma le cose non sono andate così lisce.


Stavi cantando anche quando sei venuto per l'intervista. Ti ho già visto cantare molte volte, in effetti. Cosa significa per te cantare?

Mmm... Per quanto riguarda il canto, voglio che il mio nome diventi un'icona. Un'icona per il canto. Voglio ricevere un grande riconoscimento e spero di poter ascoltare il mio canto e pensare, Wow, sono davvero, davvero bravo. In altre parole, voglio essere in grado di cantare davvero bene e sentirmi a mio agio nel farlo. Non riesco a sentirmi così ogni volta che canto, ma... voglio solo essere bravo. Ora che sono un cantante e sono apparso su così tanti palchi diversi, ci sono volte in cui mi riesce talmente bene che mi viene la pelle d'oca, e con quelle esperienze che si accumulano, continuo a pensare: quanto sarebbe liberatorio e divertente salire sul palco ed essere in grado di cantare la canzone perfetta? Completamente senza preoccupazioni, proprio come nella mia immaginazione.


Come ti sei sentito riguardo ai recenti concerti, in questo senso?

Ho fatto i primi due spettacoli a Las Vegas e il giorno dopo mi sono esercitato un po' di più con la mia voce e ho pensato, “perché non provo a cantare in questo modo?” Poi ho fatto il terzo e il quarto spettacolo. Mi sentivo decisamente bene per il secondo e il quarto spettacolo. E ho avuto molta resistenza e la mia gola era a posto fino al secondo spettacolo incluso. Stavo iniziando a perdere resistenza al quarto spettacolo, ma la mia gola era ancora a posto. È stato difficile perché mi sentivo come se non riuscissi a scaldare la voce dopo aver avuto il COVID-19. Quindi ero davvero preoccupato per il secondo spettacolo, ma mi sentivo come se stessi superando la salita, il che mi ha reso eccitato ed è stato davvero divertente. Prima del quarto spettacolo, ho allenato un po' la voce, il che mi ha dato alcune idee su come affrontare le cose. E, sai, sapere su cosa concentrarsi fa una grande differenza. Anche se è stata un po' impegnativa dal punto di vista fisico, l'esibizione mi ha dato fiducia perché, nel cantare un determinato brano della scaletta, mi sentivo un po' più a mio agio sapendo cosa sarebbe successo con la voce, e anche se è stato faticoso, e mi sono detto che sarebbe stato meglio continuare ad esercitarsi in un certo modo da quel momento in poi. Alla fine è stato davvero divertente.


Forse era il tuo modo di trovare il tuo punto di partenza per esibirti.

È stato imbarazzante esibirsi durante il primo spettacolo, ma ho ritrovato il ritmo mentre lo spettacolo andava avanti. Ho capito dopo il concerto che mi piace davvero fare uno spettacolo. Mi è piaciuto poter finalmente esibirmi di nuovo e voglio continuare a farlo.


Tutta la preparazione necessaria per esibirti ed i tuoi altri lavori, trovi che abbiano un effetto sulla tua vita quotidiana? In V LIVE hai detto che metti la lingua sul palato quando ti fai una foto perché ti fa sembrare più definito ma che vuoi togliere l'abitudine per quando canti.

Non sono ancora riuscito a rompere l'abitudine. È difficile. (ride) Ma niente è mai veramente difficile. In realtà mi piace prestare attenzione a cose del genere. Mi fa sentire come se stessi cercando di cambiare, almeno in questo momento.


Come ti senti quando pensi a te stesso, ad esempio: questo è abbastanza buono o, sono migliorato?

Non basta mai, ma mi sento bene durante le lezioni di inglese quando l'insegnante mi interroga su parole che ho memorizzato e riesco a rispondere subito. Cioè, l’ho davvero memorizzato! Per cantare, a volte tutto va bene. E ci sono momenti in cui è facile, che è quando succede penso: questo è possibile grazie a quanto mi sono allenato, giusto? Vorrei che fosse così ogni giorno. (ride)


La maggior parte delle volte in cui hai parlato al pubblico al concerto di Las Vegas, parlavi in ​​inglese. Anche questo è il risultato del duro lavoro.

Sono grato quando le altre persone vedono dei risultati e mi dicono che sono davvero migliorato o sono bravo, ma non mi sento mai di essere bravo se ci penso. Penso che quello che ho detto in inglese alle persone sia suonato meglio di quanto si aspettassero. Perché non ho commesso errori. Ma davvero non penso che sia qualcosa di cui essere orgogliosi. Se fotti stato capace di gestire l'intero concerto in inglese senza un teleprompter allora direi che sono migliorato molto, ma non ci sono ancora del tutto. Ho ancora molta strada da fare e in realtà voglio poter dire tutto ciò che dico facilmente e senza alcuna difficoltà, il prima possibile. Quando dico di aver fatto bene, è proprio quello che ho sentito in quel momento. Ma dopo? Devo essere migliore. Velocemente. Veloce, veloce, veloce. (ride)


Questo vale anche per altre aree della tua vita? Recentemente hai cercato di aumentare la tua resistenza con la boxe.

È più il contrario. Ho tutti questi progetti, ma ho tratti della personalità incongruenti. Sono pigro e inattivo e non e non riesco ad occuparmi della maggior parte delle cose. Quindi cerco di non dimenticare che mi sono fatto una promessa di vivere una vita piuttosto attiva, anche se devo sforzarmi. Ultimamente mi sento spesso così, perciò mi terrò stretta quella sensazione e non perderò questa opportunità, e continuerò a rimanere attivo. Ieri, ad esempio, avrei potuto semplicemente rilassarmi a casa a fine giornata, ma invece mi sono allenato ancora una volta. Penso ci si debba sforzare di fare le cose che si ritengono siano una seccatura. È così che sto cercando di vivere la mia vita.


Non è meno pigrizia e più riversarsi nel tuo lavoro? (ride)

Vorrei che non fosse il modo in cui sono di solito. (ride) Non è che faccio le cose solo quando le trovo divertenti - mi diverto ad imparare le cose quando finalmente mi metto a farle – ma mi irrito ogni volta che devo fare qualcosa e non voglio farla fino a quando non comincio. (ride) Penso che sia per questo che sto solo facendo cose che mi aiutano a essere un cantante migliore per ora. Se provassi ad imparare uno strumento in questo momento, non credo che mi sentirei subito sicuro, ma vorrei comunque di imparare a suonare la batteria nel momento in cui mi venga voglia. E ballare mi aiuta quando sono sul palco. Ascolti musica quando balli, il che è anche utile, credo. E la boxe è utile per diventare più forti, inoltre è divertente. L'ho scelto perché è l'esercizio aerobico più divertente. Leggere libri ed esercitarmi sono tutto perché devo scrivere i testi. Lo stesso vale per l'inglese: non so cosa accadrà in futuro, ma se devo parlare in inglese o fare un'intervista, potrei usarlo allora, e posso usarlo anche per scrivere testi. Mi sembra che tutte queste attività siano estensioni dell'essere un cantante e siano utili per quello.


Stai già facendo così tanto come membro dei BTS. Cosa ti spinge a provare tutte queste nuove cose?

Perché, alla fine, lo voglio. Voglio vedermi in grado di fare tutte queste cose. Penso che ci siano molte contraddizioni nel mio carattere. E forse si tratta in qualche modo di orgoglio? Ci sono volte in cui vedo qualcuno che fa qualcosa e penso: se può farlo, perché non io? E se vedo qualcuno davvero bravo nel fare qualcosa, questo diventa la motivazione di cui ho bisogno per iniziare.


Penso che il tipo di persone di cui ti circondi sia molto importante, sia che tu stiate lavorando insieme o semplicemente parlando.

Sono d'accordo. Sono d'accordo. Non credo ci sia molto che possa motivare me stesso nel fare, senza l'aiuto degli altri.


Gli altri membri devono avere una grande influenza su di te.

Davvero una grande influenza. Il solo vedere gli altri rilasciare i loro mixtape mi fa pensare, quando dovrei farne uno? Ci deve essere qualcosa che posso provare.


Ecco da dove verrebbe la tua Proof, più che vincere qualsiasi Grammy.

Penso che il nostro status sia lì, indipendentemente dal fatto che vinciamo un Grammy o meno. E' stata solo, non lo so, una bella esperienza? Mi ha fatto capire che, nonostante sapessi che vincere il Grammy Award è una cosa importante, non ero davvero interessato a vincerne uno. Sono più interessato a mettermi alla prova attraverso la mia musica. Ed è stato fantastico vedere le esibizioni di persone che non avevo mai visto dal vivo prima.


Questo mi ricorda quando tu, j-hope e Jimin avete ballato insieme al remix di "Butter" come 3J. Il video dietro le quinte ha rivelato che hai girato più volte il video della performance. E non è questa la cosa più importante?

Quando Hoseok ci ha chiesto di fare la performance 3J, ho pensato che non sarebbe stato facile, ma lo volevo. Le cose che facciamo quando siamo noi a volerle di solito risultano sempre interessanti. Mi ha fatto sentire un po' come se fossi ancora un trainee mentre lo facevamo. È stato davvero divertente perché sembrava molto diverso dal lavorare su un album. Quindi abbiamo girato il video ma ogni volta c'erano sempre uno o due punti in cui eravamo fuori tempo. Abbiamo continuato a filmarlo, anche se pensavamo che non funzionasse così com'era, ma anche dopo aver finito non potevamo scrollarci di dosso la sensazione che non fosse del tutto corretto, quindi alla fine della giornata ci siamo esercitati di nuovo e l'abbiamo girato ancora.


Perché avete continuato a girare?

Pensavo che altrimenti saremmo rimasti delusi. È stato divertente, di sicuro, ma d'altra parte, mi ha fatto pensare, è il meglio che posso fare? Avevo capito i movimenti nella mia testa, ma allo specchio sembrava tutto un po' stridente. E poi ho pensato che avrei fatto meglio a esercitarmi da solo se volevo evitare che accadesse di nuovo. Divenni acutamente consapevole che dovevo continuare a ballare se volevo abituarmi e migliorare.


Non è difficile rilasciare qualcosa quando devi lavorarci finché non sei soddisfatto personalmente? Ad esempio, come qualcuno potrebbe esitare a pubblicare una canzone che ha scritto?

Ecco perché ci sono così tante canzoni che ho scritto che non sono stato in grado di pubblicare. Dopo aver fatto lo sforzo di scriverle, avrei dovuto capire che avrei dovuto semplicemente modificarle il più possibile e rilasciarle, ma quando li ho sentite di nuovo dopo un po', non mi suonavano bene, quindi le ho cancellate tutte.


Ah... Che peccato.

Sono stato così per molto tempo. Gli altri membri mi dicono: “Devi continuare a fare releases delle canzoni. È così che poi riuscirai”. Quindi sto scrivendo canzoni ultimamente.


Ho ascoltato "Still With You (Acapella)" e la tua voce è diversa da quando canti con i BTS: è molto calma e concentrata sui dettagli. Se avessi pubblicato canzoni del genere, sarebbe potuta diventare qualcosa di simile al tuo stile distintivo.

Penso che rallentare il ritmo con cui pubblico canzoni del genere aiuti davvero. Ammetto di essermi trovato spesso in difficoltà in quel periodo. Anche più di adesso. Pensavo che avrei potuto iniziare meglio con le mie pubblicazioni in quel modo, quindi penso di aver fatto la scelta giusta facendo a modo mio.


Hai contribuito alla stesura di "Run BTS". Su quale parte hai lavorato?

Un po' dappertutto. Hoseok, Namjoon ed io avevamo problemi con la melodia della prima strofa, quindi abbiamo scritto separatamente, e poi ho detto che avrei provato a scrivere anche io qualcosa, e ha finito per funzionare, quindi ho finito per occuparmi del primo verso per intero. Ho scritto una nuova melodia ed ho collegato ciascuna delle nostre parti in una.


Immagino si possa dire che fa parte del processo di produzione. Forse farai qualcosa di simile anche con il materiale futuro.

Voglio che sia davvero unico. Voglio scrivere testi che non abbiano alcun significato, come una canzone in cui la parola "sì" viene ripetuta per un'intera strofa, qualcosa del genere, ma è difficile. Mi chiedo anche se dovrei provare a lavorare con altri cantautori, ma prima proverò a farlo da solo.


Suppongo che lentamente migliorerai se lo fai in questo modo. Dove hai apportato miglioramenti in particolare dal tuo debutto? Dopotutto, le nuove canzoni di Proof parlano di guardare indietro al passato.

Penso di essere cambiato dopo che la pandemia ha colpito più forte di ogni altra volta. Penso di aver avuto il maggior numero di cambiamenti da allora fino ad ora.


In che modo sei cambiato?

Adesso sono un po' più calmo. Penso di poter vedere un po' più chiaramente e con certezza cosa devo fare musicalmente ora che mi sono sistemato. Non direi ancora di essere diventato un adulto del tutto, ma quella sensazione ha cominciato lentamente a raggiungermi. Non me ne sono reso conto fino ad allora.


Sei cambiato del tutto grazie alle persone intorno a te o grazie al vedere il mondo?

Non ne sono sicuro. Penso che tutta la mia personalità sia cambiata molto. In passato mi emozionavo o perdevo la pazienza. A volte lascio che le mie emozioni prendano il sopravvento su di me, ma dalla pandemia sono diventato più rilassato e sono stato in grado di guardare le cose in modo razionale e realistico. E non mi arrabbio facilmente. Anche il mio punto di vista sulla vita cambiava rapidamente e da un estremo all’altro, ma ora penso di essere più centrato.


Cosa pensi quando guardi gli altri membri dal tuo nuovo punto di vista più centrato?

Quello che abbiamo ora è diverso dalla passione e dallo spirito che avevamo quando eravamo più giovani, ma siamo tutti ambiziosi e riflessivi e sono grato che continuino ad essere musicalmente ambiziosi e continuino a esprimerlo. Penso che sarei diventato una persona molto diversa se gli altri membri non avessero dimostrato il loro amore per la musica come fanno ora, e io sono cresciuto osservandoli. Sono davvero grato che si concentrino ancora così sul nostro lavoro.


Ed ecco di nuovo quella motivazione.

Sì, sì. (ride)


Traduzione a cura di BTS Italia | @BTSItalia_twt2 (Eleonora, Silvia). Prendere solo con crediti.


Post recenti

Mostra tutti
bottom of page