top of page

[TRAD ITA] La vita dei BTS racconta una storia

Il 20 Novembre 2020, i BTS hanno rilasciato il loro nuovo album “BE”, dopo che il 17 Aprile, RM, durante un Log su BANGTANTV, aveva parlato della volontà del gruppo di produrre un nuovo album. La produzione dell’album era in corso già quando “Dynamite”, il loro singolo uscito il 21 Agosto, ha raggiunto il #1 nella Billboard Hot 100. Questa serie di eventi ha assunto tutto un altro significato quando “Dynamite”, anziché rimanere come singolo, è stata inserita come traccia di chiusura di BE. Mentre i membri erano impegnati nel trasmettere messaggi di speranza, ricordandoci dei tempi in cui era possibile uscire serenamente di casa dopo aver bevuto una tazza di latte, e permettendoci di dare una sbirciata al futuro che verrà, hanno registrato le montagne russe dei loro sentimenti, nel periodo in cui non hanno potuto calcare i palcoscenici, attraverso le diverse tracce di BE. Questi cambiamenti emotivi sono visibili anche nella rappresentazione della stanza di Jungkook all’inizio dei video di “Dynamite” e “Life Goes On”, la title del nuovo album. Jungkook appare allegro mentre si allaccia le scarpe e si prepara ad uscire e a danzare nella sua stanza illuminata dai raggi del sole nel video musicale di “Dynamite”, ma nell’ultimo video, Jungkook, fissa con sguardo assente fuori dalla finestra. BE racconta come Jungkook e gli altri membri hanno vissuto le loro vite, andando dai momenti cantati in “Dynamite”, ai momenti vissuti durante la pandemia, dove le scene in cui escono di casa sono chiaramente meno colorate rispetto al video di “Dynamite”,


Le sette tracce, escludendo “Dynamite”, incarnano le alterazioni delle emozioni dei BTS e disegnano quella che sembra essere un’inversione a V, con la traccia “Skit”, che separa due sezioni formate da tra canzoni l’una. L’album si apre con “Life Goes On”, canzone in cui i BTS pongono una domanda: “Non si vede la fine, c’è una via d’uscita?” riferendosi alla possibilità di riuscire a vivere una vita che sembra priva di speranza, speranza che arriva invece con la traccia “Stay”, nella quale il gruppo esprime il loro desiderio di potersi riunire con i fan attraverso le parole “Adesso sto pensando a te, dovunque tu sia, non è importante”. Durante questo viaggio i BTS hanno dato la loro risposta alle limitazioni fisiche che gli sono state imposte dicendo “La visione delle cose può mutare cambiando i pensieri”, in “Fly to My Room”. A seguire troviamo “Blue & Grey”, nella quale vengono rivelati i sentimenti di ansia e depressione provati dai ragazzi, catturati nelle parole “Ancora non lo so, quel Blu famelico spero non intacchi nulla finché non troverò la via d’uscita.” In “Skit” troviamo un cambio di direzione, e la canzone successiva, “Telepathy” rivela il loro desiderio di avere di nuovo contatto con le persone, soprattutto nella parte del testo che dice “Tra i giorni tutti uguali, mi sento il più felice quando vi incontro”. Arrivando a “Dis-aese” i BTS si prendono un momento per far conoscere i loro pensieri contrastanti riguardo a l loro lavoro. È solo alla fine di questo processo che l’ottimismo di “Dynamite”, che appare come un senso di speranza in tempo di pandemia, appare in pieno.


“Life Goes On” permette a coloro che non sanno se continuare a sperare o abbandonare ogni speranza di capire cosa significa lasciarsi andare quando non si sa come ci si deve sentire. Coloro i quali vogliono trovare un motivo per essere positivi, in un periodo di pandemia, possono trovare conforto nelle parole di “Fly To My Room”, ma è ascoltando l’album nel suo insieme che si può provare un po’ di sollievo dal dolore inflitto dagli effetti della pandemia. L’atmosfera rilassante che ci viene regalata da “Life Goes On”, muta in una melodia più pesante, lenta e buia in “Blue & Grey”, seguita da ritmi più veloci e suoni più aperti e ariosi in “Telepathy” e “Stay”. L’album culmina con “Dynamite”, dove il sole splendente risolleva il morale. Le registrazioni, nella loro totalità, permettono di provare indirettamente il vortice di emozioni provate dalle star mondiali, i BTS, stesse. “Dis-ease” è un esempio lampante dello stile di narrazione scelto dai BTS per questo album, il momento in cui sfogano la loro angoscia e si dedicano totalmente al lavoro è il momento in cui la canzone raggiunge il suo climax. Quando i BTS cantano: “Okay, alzati ancora una volta, è di nuovo mattina, dobbiamo sfangare oggi, cecar di far passare un’altra notte”, verso la fine della canzone, l’arrangiamento porta la tensione della canzone al suo apice, “Ogni giorno mi consolo, tutti sono uguali, una persona non è speciale, hey, amico, tieni duro, due passi, cerchiamo di curare tutto con calma, la mia malattia” conclude la canzone con i fuochi d’artificio. Questo modo ironico di narrare rispecchia la vita dei BTS al momento. Nelle loro menti molti pensieri riguardano il lavoro e la vita, ma fanno del loro meglio per affrontarli, e mentre lo fanno, la loro energia si trasforma in un’esplosione di musica.

Con la title “ON” del loro precedente album “Map Of The Soul:7”, i BTS dicono: “Lì dove si trova il mio dolore, lasciatemi respirare”. L’album racconta il viaggio fatto dai BTS dal loro passato al punto in cui si trovano ora, e “ON” racconta come i membri debbano convivere con “l’ombra” che arriva con la fama, tema già affrontato già in “Interlude: Shadow”, nello stesso album. Con “BE”, i BTS finalmente raccontano storie della loro vita ancora inedite. Non è chiaro se le domande relative al loro lavoro poste in “Dis-ease” trovino ora una risposta. Non si sa quanto durerà, proprio come nessuno sa quando questa pandemia finirà il suo corso. Non ci sono modi per sapere se provano ancora i sentimenti espressi in “Blue & Grey”, oppure se stiano provando la positività di “Fly To My Room”. Una cosa che è chiara è che, mentre loro combattono il loro lavoro come normalmente si fa con una malattia (“Dis-ease”), continuano comunque a scrivere canzoni come “Telepathy” e “Stay” per trasmettere i loro messaggi ai fan, e a prepararsi per le numerose esibizioni di “Dynamite”. BE è l’album che unisce tutti gli eventi della loro vera vita, sul palco e non, raccontandola come un’unica storia. Hanno iniziato come un gruppo di idol e adesso le loro vite sono inseparabilmente intrecciate con la loro musica, la loro esistenza sta diventando la storia che raccontano.


Il fatto che in “BE” siano presenti differenti canzoni è strettamente legato ai cambiamenti che la musica dei BTS ha subito e che risultano evidenti nell’album. Come le storie dei BTS catturano la scena, l’arrangiamento si concentra sulle strofe e le melodie, adattandosi alla parte di ogni membro senza seguire uno schema preciso. L’arrangiamento è riempito dal suono di chitarre, sintetizzatori, bassi, batterie e pianoforti o suoni simili a strumenti musicali reali, ritrovabili in canzoni come “Fly to My Room” e “Blue & Grey”, nelle quali i cambiamenti acustici accompagnano le parti dei diversi membri. La riduzione del suono adottata in BE, rispetto agli altri album, enfatizza le voci, ad esempio accentuando il suono del respiro di Jungkook all’inizio di “Life Goes On”. Se la parte di j-hope in “Fly to My Room” ricorda una canzone gospel, non è solo perché il sintetizzatore accentua l’atmosfera gospel, ma anche perché la voce di j-hope trasmette allegramente le sue emozioni, come se stesse assistendo ad un’epifania “La visione delle cose può mutare cambiando i pensieri”. Come cambia il suono, inizia la parte rap di SUGA in “Blue & Grey”, dove le percussioni iniziano a sovrapporsi, l’arrangiamento in BE si evolve continuamente, rimanendo in linea con le parti dei membri.


BE affronta nuove sfide anche per quanto riguarda il formato. Il ritornello in “Blue & Grey” ha una melodia molto lunga, in cui non si riesce ad individuare in maniera chiara la fine, si sfuma in una strofa successiva, che suggerisce l’immagine di una solitaria notte di inverno, grazie alle tonalità tristi. La strofa che segue il ritornello, potrebbe sembrare un cambiamento brusco, ma i numerosi dispositivi hanno contribuito a dare alla canzone l’atmosfera di una triste notte di inverno: il rap di RM, che sembra provenire da un punto lontano, è trasmesso attraverso sterei posti a destra e a sinistra, che fanno riecheggiare la voce per la stanza, anche alle parti cantate sono state applicati differenti tipo di eco in base al testo e al suono solenne del violoncello. “Life Goes On” si sviluppa in modo simile, inizia con le percussioni, che suonando nell’orecchio creano diversi livelli di suono, e poi ti porta in uno spazio immaginario, grazie alla fusione del ritornello e del sintetizzatore. La storia che viene raccontata, ricorda le confessioni dei propri sentimenti fatte in particolari circostanze, e le melodie si aprono e il rap scorre in nuovi modi con il progredire del narrarsi della storia. Nonostante i numerosi cambi, i suoni costruiscono con coerenza uno stesso senso di spazio. “Stay”, nonostante sia un brano EDM, finisce con una nota triste, dopo aver gradualmente eliminato i ritmi che hanno creato l’atmosfera di una pista da ballo. Ha senso, considerando che la canzone è stata immaginata da Jungkook per esibirsi davanti ai fan, l’allegria della canzone è interrotta dall’affievolirsi delle voci e il sovrapporsi di diversi livelli di suoni. “Telepathy”, ha un ritornello accattivante e la canzone è ricca di uno spirito allegro, proprio come “Dynamite”. La differenza risiede nel fatto che “Dynamite” sprigiona la sua energia attraverso la ripetizione di melodie e la variazione dei ritmi, mentre in “Telepathy” si rinuncia ad alcuni suoni. “Fly To My Room” tratta del venire a patti con la vita nel periodo di pandemia, ma il riconoscimento di tale situazione non sempre rende la vita piacevole. L’aggiunta di melodie vibranti non è la soluzione alle sfide che ci si trova ad affrontare con il proprio lavoro, come viene spiegato in “Dis-ease”. Nella vita si affrontano diversi sentimenti, come questi, dai quali non possiamo scegliere di prenderci una pausa, o non possiamo decidere in che modo affrontarli, e questi sentimenti sono chiaramente espressi nell’album, valorizzando le parti di ogni membro e i vari cambi. Nonostante i numerosi cambi musicali, l’album è stato prodotto in una maniera che assicura coerenza nell’intero lavoro, “Life Goes On” lascia nell’ascoltatore con il suo ritornello, in cui la melodia continua a scorrere come se non avesse mai una fine.

Nello “Skit”, i BTS parlano di come si siano esercitati per l’esibizione della loro canzone anche il giorno dopo che “Dynamite” ha raggiunto il primo posto nella Billboard Hot 100. Dopo essere saliti in cima alla classifica con “Dynamite”, hanno rilasciato un nuovo album ricco di canzoni che apparentemente sembrano essere totalmente opposte al loro singolo di successo. La vita è sempre sembrata un cerchio, ma improvvisamente è mutata, e la routine di prima è cambiata a causa delle novità. BE rappresenta un’accettazione della attuale e particolare situazione della vita, piuttosto che una risposta. I BTS hanno iniziato con il k-pop e adesso sono star del pop, e hanno sfruttato, nel loro album, il potere della loro storia, non scegliendo nessuna delle due strade. Il gruppo ha iniziato il suo viaggio con “No More Dream” ed è arrivato fino a “Dynamite”, lasciando un finale aperto su quale sia la loro prossima meta. In ogni caso, il loro prossimo capitolo verrà condiviso indipendentemente da come sarà. Ecco perché riescono a lasciare in noi la curiosità di cosa verrà dopo BE.



Traduzione a cura di BTS Italia (Rebecca)

Prendere solo con i crediti

571 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page