top of page

Intervista Weverse 'Proof' - RM

Aggiornamento: 29 nov 2022

RM: “È un dato di fatto quando sei un artista: devi essere l’unico e il solo”

Sia i BTS che RM hanno dato prova di sé. E RM ora sogna cosa il futuro dopo Proof.

 Il brano di apertura di Proof è “Yet To Come”. Cosa pensavi che fosse esattamente questo “yet to come”?

Avevo in testa qualcosa come “High Hopes” (Grandi Speranze) quando ho iniziato a lavorare su “Yet To Come”. È come una specie di desiderio, un augurio: sì, è così. I nostri giorni di gloria non sono adesso – sono ancora davanti a noi, devono arrivare. Ho iniziato a lavorarci pensando che sarebbe stata una cosa universale per noi cantarla, ma non sono sicuro di come verrà accolta dal pubblico quando l’album sarà rilasciato. Spero che prenda un fascino tutto suo mentre si diffonde tra le persone.

 

Hai quel tipo di speranza anche per te stesso? Proof include anche il brano “Intro: Persona”, che inizia con la domanda, “Chi sono io?”

In questo momento non l so. Penso di aver bisogno di fare un passo indietro da me stesso per un attimo. Penso che in quel modo saprò cosa significa per me il lavoro che sto facendo ora, e cosa è per me. Quindi ora sono preoccupato se faccio solo le cose che mi sono richieste, e se nel farlo perdo di vista me stesso.

 

Cosa te lo fa pensare?

Non è mai stata mia intenzione vivere i sentimenti in questo modo, e voglio vivere una vita indipendente e attiva, ma ho iniziato a domandarmi se sto vivendo troppo passivamente a causa della pandemia, ed è una cosa insopportabile. E questo vale anche per come mi sono sentito ai Grammys, e penso di aver raggiunto il limite.

 

Che cosa hai provato ai Grammys?

È qualcosa che ho provato guardando artisti come Lady Gaga o H.E.R. che dedicano la loro intera vita alla loro musica: ci serve un messaggio, per essere sicuri e poter affermare anche la nostra immagine. Credo che la nostra esibizione di “Butter” ai Grammys abbia stupito e meravigliato la gente. È stata unica. Credo che per noi ora sia giunto il momento di andare oltre lo stupire la gente, e di tornare a pensare a quali messaggi possiamo far arrivare alle persone, adesso. Ho avuto modo di pensare quando ero in hotel durante i nostri concerti a Las Vegas: cosa dovrei fare, cosa dovrei dire. Quindi ora penso che di aver bisogno di concentrarmi e scrutare gli indizi che ho tra le mie mani, e trovare la soluzione da lì.

 

In realtà altre parole, è tutto uno “Yet To Come”. Ciò significa che i BTS hanno altra strada davanti.

Io non credo nel mantenimento dello status quo. Non scali fino alla vetta e poi te ne stai lì, mantenendo lo status quo. Sento di aver bisogno di fare qualcosa di meglio, ma non sono ancora riuscito ad afferrare che cosa sia. Ho sempre pensato che fossimo il tipo di gruppo che ha sempre saputo cogliere, penso di poter dire così, il punto di svolta in qualsiasi situazione abbiamo affrontato. E abbiamo sempre saputo cosa dovevamo fare, ogni volta, ma ora sento di non esserne più sicuro.

 

Quindi ora è arrivato il momento di chiedere “Chi sono io?” e “Chi sono i BTS?”

Questa è una questione molto importante per me ora. Avevo totalmente afferrato cosa era il gruppo tempo fa, ma ora mi sembra di aver raggiunto una fase in cui è impossibile per me sapere chiaramente come è il gruppo o addirittura chi sono io. Quindi ho bisogno di trovare ispirazione dalle persone in giro per il mondo. Dentro di me ho questo forte desiderio di lasciarmi ispirare da tutte le ispirazioni e influenze del mondo. Cosa dovrebbero dire i BTS al mondo d’ora in avanti? I BTS dovrebbero essere ricordati per avere assunto quale posizione in questo momento? Come funzioneremo in futuro? Voglio ricevere ispirazione su queste cose dagli altri.


La fama dei BTS si è diffusa ancora di più durante la pandemia, dopo tutto. Ho potuto notare dai vostri concerti in America che un po' di nuove persone sono diventare ARMY recentemente.

Mentre ci esibivamo mi sono accorto che abbiamo superato la soglia di un certo standard. Puoi percepire la differenza tra quando la gente sa di te in lungo e in largo e si sente pronta ad amarti, e quando non lo sa. Forse potrei dire che c’è stato più spazio per le persone che hanno avuto accesso ai BTS. L’ho sentito sulla mia pelle. E ho anche sentito che molte più persone oltreoceano si sono avvicinate a noi grazie a “Dynamite” e “Butter”.

 

Nel percorso per diventare ancora più conosciuti, in Corea i BTS hanno lavorato su “My Universe” con Chris Martin dei Coldplay, il che è stato un grosso progetto, considerando la statura di entrambi i gruppi. Com’è stata quest’esperienza?

Sono rimasto sorpreso quando ci ha detto che sarebbe venuto in Corea. È stato anche molto spontaneo quando lo abbiamo conosciuto. Non solo sapeva tutti i nostri nomi, ma conosceva anche i TOMORROW BY TOGETHER e gli ENYPHEN. E non solo superficialmente. Qualcuno ci è passato accanto mentre eravamo alla HYBE, e lui disse: “Quelli non sono gli ENYPHEN?” E io ero come, Yo, quanto ha studiato prima di venire qui? (ride) Abbiamo anche continuato a comunicare mentre stavamo lavorando su “My Universe” e lui era quasi sempre il primo a scriverci un messaggio. Ero seriamente affascinato.

 

È stato diverso lavorare su una canzone in cui tutto il vostro gruppo era presente in una canzone di un altro artista?

Era importante decidere come avremmo dovuto gestire il testo in coreano e in inglese. Avevamo pensato di dividere la prima e la seconda strofa tra una in coreano e una in inglese. Si era anche discusso di far provare a cantare a Chris Martin una parte del testo in coreano. Ma alla fine abbiamo deciso di giustapporre il coreano e l’inglese. Così è diventato importante trovare un buon flow nel modo in cui il testo in coreano e quello in inglese erano connessi.

 

Quindi i BTS hanno collaborato con i Coldplay, e la canzone è diventata una grande hit in tutta l’industria musicale globale, e voi vi siete persino esibiti agli American Music Awards con questa canzone. Come è possibile fondere i tuoi obiettivi personali con la direzione che stanno prendendo i BTS?

Non penso che cambierò tutto lo stile del genere o altro, ma sono ancora desideroso di essere l’unico e il solo. È un dato di fatto quando sei un artista: devi essere l’unico e il solo. E penso di essere a un buon punto per diveltarlo. Perché sono un membro dei BTS. Immagino che stia provando a trovare quel qualcosa di ineguagliabile mentre sto ancora facendo quel che mi piace.

 

Su Weverse hai scritto una cosa tipo “Non posso davvero guardare la saga i Harry Potter o qualsiasi cosa della Marvel che mi consigliate, perché sono occupato con altre cose.” Eppure, sul tuo instagram pubblichi foto di varie mostre d’arte, inclusa la Rothko Chapel. Credo che le due cose siano connesse.

Credo che l’estetica che sto seguendo ultimamente sia riflessa nella mia musica. Ma penso che la cosa più bella di tutte sia farla sembrare il più naturale possibile. Al giorno d'oggi si potrebbe chiamare un adattamento legittimo. (ride) Cose che sono così naturali, non possiamo sapere con certezza se sia tutta una montatura o meno, ma in ogni caso non sembra mai artificiale. Ma il K-pop è un'industria, ed è anche molto dinamico e un lavoro che presenta una fantasia. Quindi a volte dobbiamo presentare dei concetti ai fan. I fan delle star del K-pop se lo aspettano.

 

Come ti senti nel mescolare queste due cose?

Allora, mi piacciono le cose che sono naturali, ma allo stesso tempo mi trovo in un’industria accattivante, in continua evoluzione, sempre nuova ed esaltante; quindi, penso molto a come armonizzare il tutto. Penso che il paradosso sia uno dei miei pregi. Per esempio, sono ancora attratto da questi concetti forti come sempre, e ascolto ancora gli XXXTENTACION.

 

E in quanto uno dei tuoi meriti, come di senti a essere capace di vivere entrambe queste cose contemporaneamente? Sei diventato molto popolare nella tua carriera in quanto membro dei BTS, quindi hai visto e imparato molto. Ma sei giovane e sei molto interessato ai trends di tutto il mondo. Sembra che tu abbia raggiunto così tanto ad un’età così giovane.

Quando ascolto canzoni rilasciate recentemente, penso che sono buone e sono colpito da come siano state scritte bene, ma penso ancora che la risposta emotiva che si prova facendo i vecchi lavori sia più intensa. C’è qualcosa di quei vecchi lavori che tocca il cuore ad un livello basilare. Ma in quanto persona che sta lavorando al giorno d’oggi – intendo, un novellino (ride) che tenta di emulare quell’essenza – se dovessi rivendicare di sapere tutto ciò che c’è da sapere su di essi, sarebbe una terribile bugia. Penso che questo sia il punto chiave quando si tratta delle cose di cui sono preoccupato. Quando lavoro con altri artisti e sento i di cui discutono, realizzo che quello è il modo in cui gli artisti che dedicano loro stessi alla loro musica vivono le proprie vite, e divento anche curioso riguardo ai loro stili di vita o il tipo di vita che potrebbero aver vissuto. Perché le persone pensano sempre che l’erba del vicino è sempre più verde.

 

Quindi stai guardando a stili di vita diversi dal tuo, all’interno dell’industria musicale mondiale.

Ora siamo nell’era dello streaming, un’era in cui le canzoni diventano progressivamente più corte. Sono abbastanza sicuro che questa era sia influenzata dai sentimenti delle persone che la stanno vivendo. Quindi sto considerando se noi dobbiamo concentrarci anche sulle cose che succedono di momento in momento e sul sentimento istantaneo che suscitano. In sostanza, questo significherebbe che non saremmo in grado di guardare al futuro. Sto valutando se sia meglio così e se sia una verità universale.



 Una delle canzoni di Proof è “Young Forever (RM Demo Version)”. Diversamente dalla versione finale, qui la melodia sembra più simile a qualcosa tratto dal tuo mixtape mono. Sembra che tu stia esplorando le tue profondità personali, e forse questo rappresenta l’accumulo di sei anni di pensieri di un certo valore.

Sento che ci sono assolutamente delle cose che dovrei dire invece di esplorare soltanto le mie profondità personali. Sono sicuro che ho delle cose che ho bisogno di dire, ma non sembro mai capace di poterlo fare. Tutto ciò che ho avuto come risultato di essere parte di questo gruppo era qualcosa che non sarei mai stato capace di ottenere se fossi salto da solo, quindi non sono troppo fiducioso sulle cose che devo affrontare da solo. Quindi devo pensare di vivere come me stesso e anche come una parte dei BTS. I BTS sono la mia famiglia. Dobbiamo essere l’uno a fianco all’altro nei momenti di crisi, e dobbiamo affrontare insieme sia le cose felici che quelle tristi. Ho bisogno di pensare a cosa dovremo fare a cavallo tra un momento e l’altro.

 

Sei arrivato a questa conclusione a causa di quanta arte hai studiato?

Esatto. È proprio così. Penso di dovere riuscire a fare cose che continueranno a brillare anche con il passare del tempo. Credo sia il caso di provare ad avvicinarmi a qualcosa che sia più senza tempo. Sono ancora giovane e devo ancora fare tanto, quindi non so se sia qualcosa a cui posso arrivare solo desiderandola, ma è meglio che la tenga comunque in mente. Se lavoro senza avere questa consapevolezza, temo che, siccome oggi ogni cosa viene spazzata via da una nuova a causa dell’algoritmo in rapido mutamento, quello che faccio potrebbe sembrare sorpassato fra un po’. Sembra davvero che, alla velocità con cui il mondo cambia, ogni cosa venga buttata via dopo poco, e mi fa pensare che vorrei davvero riuscire a fare qualcosa che duri. Un certo tipo di musica può piacere o meno a qualcuno, ma se guardi artisti o creativi che hanno ottenuto qualcosa, erano quelli che sono rimasti coerenti con la loro essenza a prescindere da quello che le mode imponevano, anche se li portava all'isolamento, oppure quelli che difendevano qualsiasi fosse il loro scopo nella vita.

 

Le cose nuove spesso escono fuori dagli spazi tra confini che la lingua non basta a definire.

Penso di dovermi limitare a seguire la mia strada. È l’unica cosa che so. Penso di dover continuare a disegnare per scoprire cosa sto disegnando. È l’unica certezza che ho, non so nient’altro. (ride) Mi rendo conto di quanto sia difficile essere sempre aperto per quanto riguarda me stesso, ma penso che se continuo a provarci, la sincerità si vedrà. A pensarci bene, se non vuoi avere rimpianti o pensieri che ti tormentano, devi provarci. Se non lo fai, non lo saprai mai, fino al giorno della tua morte. Alla fine dei conti, devo solo fare quello che so fare, e devo portarlo a compimento trasformandolo in qualcosa di vero. Per usare il mio mixtape come esempio, nel 2015 ho messo in mostra il rapper che c’era in me, e ho chiamato in causa i miei idoli nel 2018 in modo da far trasparire un lato più oscuro e malinconico che volevo mostrare. Ma ora sono speranzoso e penso che, forse nel 2022, potrà essere abbastanza riuscire a trasmettere qualcosa limitandomi ad essere solamente me stesso.

 

Mi vengono in mente le foto del tuo studio che hai postato su Instagram. Hai messo opere d’arte nello studio e hai fatto foto mentre lo esploravi, come a voler lasciare una scia di emozioni. Ho sentito che la connessione tra le foto, anche se non c’erano suoni, ti rappresentava.

Voglio esprimere le mie idee astratte attraverso la musica ma è difficile. A volte non sono molto soddisfatto di me stesso. (ride)

 

Se vuoi esprimere cose che hai visto o letto attraverso la musica, non riuscirai a capire quello che cercavi di fare solo quando avrai effettivamente provato a farlo?

Wow, è davvero confortante sentire queste parole. Non ci avevo mai pensato. Non so sicuro. Quindi penso che non mi rimanga altro che provare a scoprirlo. Penso che lo saprò quando farò qualcosa e vedrò che tipo di feedback ottiene. Penserò: “È questo, allora?”

 

Forse, ora che l’hai fatto con Proof, lo saprai quando succederà di nuovo dopo che farai un paio di altre cose nel futuro.

Sì, sto lavorando su molte cose. Penso di aver capito cosa intendi. Sentire che lo capirò dopo avere fatto un paio di altre cose è molto bello. (ride)

 

Come ho detto, hai ottenuto così tanto così presto. Perché hai vissuto la tua vita come membro dei BTS.

Ah, davvero non saprei. Dico sul serio. (ride)


 

Traduzione a cura di BTS Italia | @BTSItalia_twt2. Prendere solo con crediti





Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page